Una storia di donne e di Sicilia. Fotografia.

Racconti/2017

Con la fotografia vecchio e giovane si incontrano in campagna, fuori dalla città, quella alla quale Zia Marìa non ha
voluto mai davvero abituarsi, assorbita e appagata com’è dai ritmi della campagna che scandiscono
la sua vita da sempre. È tempo di vendemmia per lei quando arriva l’altra Maria, bella e giovane
nipote nata al sud ma cresciuta al nord. “Via il trucco, raccogli i capelli, metti un falare e andiamo”
sono i moniti che la accolgono, pure con tono di disappunto. La campagna non aspetta, è lei che
comanda qui.
Un racconto per immagini, un romanzo moderno con l’inchiostro che una fotografa come me conosce meglio: la fotografia. Un set reale ma come fuori dal tempo e dallo spazio, un casolare circondato da vigneti e da nient’altro, due donne che fanno i conti con la terra e con la loro femminilità.
Racconto due diversi approcci alla vita bucolica attraverso la mia amata fotografia.
Dall’arrivo della giovane in visita alla zia e fino alla sua partenza (sarà vera partenza?) un dialogo
muto tra loro che da una distanza iniziale finiranno per trovare un punto di incontro nel loro
essere donne.